Cosa fare quando un'antina cede

Ferramenta | Come fare a
3/03/2020

Ammettiamolo, sempre più spesso ci troviamo in difficoltà quando in casa si rompe qualcosa. 

Lavoretti che i nostri genitori o nonni (a seconda delle età) avrebbero trovato semplicissimi, noi non sappiamo neanche da che parte affrontarli se non cercando su Google il numero di qualcuno che possa fare il lavoro per noi.

Oggi, quindi, partiamo dalle basi e vediamo cosa fare quando cede un’antina.


Almeno una volta nella vita capiterà a tutti che si rompa/ceda l’antina di un armadio, probabilmente della cucina. 

Una cucina, solitamente, dura anche 20 anni e, con i mobili che vengono aperti spesso, può capitare che cedano in quello che è il loro punto più debole (la cerniera ad incasso).

Ora, sostituire una cerniera ad incasso non è semplice e spesso neanche risolutivo. Difficilmente, infatti, è la cerniera a cedere quanto piuttosto il legno stesso dell’antina (che solitamente non è neanche legno massiccio bensì truciolare o MDF).

placehold

Come sostituire una cerniera ad incasso


Una cerniera ad incasso (vedi foto) è costituita da due parti: una parte andrà fissata al fianco del mobile, l’altra andrà incassata nell’anta. 

Sostituire o meglio, riparare la parte incassata significa, quindi, stuccare l’antina con stucchi professionali e, una volta che lo stucco si è indurito, rifresare l’antina per inserirvi nuovamente la cerniera.

placehold


Criticità di questo approccio:

  • non tutti possiedono l’attrezzatura o la manualità necessarie per fresare l’anta
  • anche stuccando l’anta non si ha la certezza che non ceda nuovamente. Dovendo, infatti, rifresare il legno nello stesso punto per far si che la cerniera si agganci alla parte fissata sul fianco del mobile, si andrebbe a togliere gran parte dello stucco per poi ritrovarsi nello stesso punto che ha già ceduto in precedenza
  • spostare completamente la cerniera (anche la parte fissata al fianco) e fresare l’anta in un altro punto risolverebbe il problema al punto precedente ma non la difficoltà di fresata.

Quindi, come suggeriamo di risolvere il problema? 

Cambiando il tipo di cerniera. Ovviamente in questo caso è necessario sostituire tutte le cerniere dell’anta, non solamente quella che ha ceduto.

placehold

Che tipo di cerniera utilizzare


In questo caso suggeriamo di utilizzare le cosiddette cerniere piatte con apertura automatica a 90° (come quella in foto).

Questa cerniera viene fissata solamente tramite viti, quindi non ha bisogno di fresature, è altrettanto solida ma molto più semplice da fissare rispetto a quella ad incasso.

Gli unici attrezzi di cui avrete bisogno saranno una matita ed un avvitatore (o un cacciavite).

placehold


Come fissare la cerniera

Andiamo per step in modo da semplificare il processo

  1. rimuovere le vecchie cerniere, sia dall’anta che dal fianco del mobile.
  2. chiudere la cerniera e fissarla al fianco stando attenti da allinearla correttamente. In questa fase fissare solo le viti delle asole (i fori ovali) in modo da poter fare eventuali regolazioni.
  3. aprire la cerniera e, mantenendo un paio di mm di distanza tra l’anta e il fianco (per permettere la corretta apertura), fissare la cerniera all’anta. Anche qui solo le viti delle asole.
    Consiglio: tracciare la sagoma della cerniera sull’anta vi facilita il fissaggio.
  4. fare tutti gli aggiustamenti necessari per il corretto allineamento di ante e fianchi e solo quando siete sicuri fissare anche le altre viti e stringere quelle delle asole.


Speriamo di essere stati sufficientemente chiari, in caso contrario contattateci pure!

Condividi su: