Le colle per legno: caratteristiche e modalità d'uso

Impregnanti & Co.
1/04/2019

Nelle costruzioni in legno spesso la colla viene sottovalutata o non considerata per niente… errore!
La colla può essere una vostra alleata per rafforzare i fissaggi e irrobustire le unioni, in modo particolare quando si costruiscono mobili o strutture di vario genere.

Prima di esaminare nel dettaglio i vari tipi di colle, ecco alcuni consigli validi per ogni tipo di colla:

  • le superfici che andranno incollate dovranno essere pulite e prive di polvere
  • eventuali eccessi di colla andranno puliti immediatamente. Vi basterà un panno umido in caso di colla vinilica, sarà necessario del diluente o una spatola in caso di colla a contatto.
  • è importante seguire le istruzioni d’uso presenti sul prodotto, prestando particolare attenzione ai tempi di essiccazione
  • dopo l’utilizzo chiudere bene la colla con gli appositi tappi per preservarla per utilizzi futuri, evitando che si secchi

Vediamo, adesso, le caratteristiche e le modalità di stesura dei principali tipi di colle per legno.

placehold

Colle viniliche

Descrizione del prodotto

E’ la più classica fra le colle per legno ed è adatta a tutti gli incollaggi legno/legno

Va benissimo per rafforzare giunzioni ed incastri o per piccole riparazioni. Non fa spessore.


Materiali su cui utilizzarla

Ottima per incollaggi di legno con legno, carta, cartone, sughero e stoffe.

Il legno dovrà avere uno spessore minimo di 5 mm, in quanto essendo questo tipo di colla molto acquosa c’è il rischio che, altrimenti, il legno si deformi.

Modalità d’impiego

  • superfici piane: Questo tipo di colla va stesa uniformemente, con l’aiuto di una spatola, su una sola delle due superfici da incollare. Una volta stesa si potrà procedere all’unione delle due superfici che andranno poi pressate per qualche ora fino al completamento dell’incollaggio.
  • incastri: Nel caso di incastri con spinotti in legno, la colla andrà messa sullo spinotto che poi andrà inserito nel foro.
  • giunzioni: Questo tipo di colla può aiutare anche nella costruzione di mobili per rendere più performante la forza di fissaggio prodotta dalle viti. La colla andrà posta nell’incastro e una volta unite le superfici andrà pulita quella in eccesso.

Varianti

Oltre alla colla vinilica classica esistono altre due varianti di prodotto:

  • colla vinilica idroresistente. Una speciale colla vinilica resistente ad acqua e umidità e quindi indicata anche per utilizzi all’esterno o per l’incollaggio di pavimenti prefiniti.
  • colla vinilica express. E’ uguale alla vinilica classica con l’unica differenza che si asciuga molto più rapidamente
placehold

Millechiodi

Descrizione del prodotto

E' un particolare mastice dalla forte forza adesiva.

Nasce come sostituto di chiodi e tasselli,. Viene, ad esempio, utilizzata per il fissaggio di battiscopa.

La Millechiodi è una colla che fa spessore e quindi è adatta anche per riempire eventuali piccole imperfezioni del legno o del muro.

Materiali su cui utilizzarla

Ottima per l’ancoraggio di legno, PVC e sughero su intonaci, calcestruzzo, cartongesso, pietra e, ovviamente, legno.
C’è un unico requisito da soddisfare, ovvero che almeno una delle due superfici che andranno incollate sia porosa.

Sono un titolo

Modalità d’impiego

La millechiodi non va stesa, bensì posata creando una serpentina, o delle macchie, sulla superficie che andrà incollata al muro. Una volta posizionata andrà pressata per qualche minuto. Il materiale incollato è riposizionabile nei primi 10 min.
Regge fino a 60 kg/cm2

placehold

Contact

Descrizione del prodotto

Come si intuisce dal nome è una colla a contatto, ovvero a presa rapida, resistente al calore.


Materiali su cui utilizzarla

Ideale per l’incollaggio di legno, carta, pelle, cuoio, feltro, sughero, metallo, gomma e materiali plastici (no PE, PP).



Modalità d’impiego

In questo caso la colla andrà stesa uniformemente, con una spatola a denti sottili, su entrambe le superfici da incollare.

Aspettare circa 5/10 min affinché la colla si asciughi.
Provare a posare sopra un dito, se non si creano filamenti, allora la colla è asciutta.

Una volta che la colla è asciutta allora si potranno unire le due superfici facendo, però, particolare attenzione in quanto una volta entrate in contatto sarà impossibile dividerle.

Dopo aver unito le due superfici è necessario esercitare una breve ma intensa pressione (con un rullino o un martello in gomma) per assicurarsi che le superfici aderiscano perfettamente.

Condividi su: